Faccette dentali, una moderna tecnica in grado di risolvere efficacemente 5 fastidiosi problemi estetici

Le faccette dentali sono delle sottili lamine in ceramica, porcellana o composito da applicare sui denti imperfetti al fine di correggere principalmente difetti estetici ma anche, in alcuni casi, lievi problemi funzionali alla masticazione.

L’uso delle faccette dentali o veeners è una pratica sperimentata e messa a punto, sin dagli anni trenta, dal dentista di Hollywood Charles Pincus, che studiò questo metodo per migliorare l’estetica del sorriso degli attori e delle attrici del cinema.
Pincus applicava le faccette sui denti utilizzando un comune adesivo per dentiere, la correzione estetica durava quindi giusto il tempo delle riprese, finite le quali le faccette venivano rimosse.

Oggi, grazie ai moderni collanti a disposizione dei dentisti, le faccette rappresentano una soluzione duratura, utile a correggere l’aspetto estetico dei denti consentendo di ottenere, con effetto immediato, un sorriso smagliante, candido e privo di imperfezioni strutturali.

I principali problemi risolvibili con l’uso delle faccette dentali

  1. Ridare lucentezza alla superficie dentale rovinata dal fumo, cibi e bevande corrosivi
  2. Sbiancare i denti quando il problema non è risolvibile con la detartrasi o con lo sbiancamento dentale professionale
  3. Unire due denti attigui separati da uno spazio (diastema)
  4. Ridare la forma e le dimensioni originali a denti scheggiati o consumati a causa dell’età o del bruxismo
  5. Migliorare la funzione masticatoria resa difficoltosa da un dente storto

Come si applicano le faccette dentali

L’applicazione delle faccette, che deve essere effettuata da un dentista esperto in un studio opportunamente attrezzato, prevede un trattamento preliminare che consiste nella rimozione di uno strato di pochi millimetri dello smalto naturale dei denti corrispondente allo spessore della faccetta che si desidera applicare.

Successivamente le faccette, realizzate sull’impronta dentale del paziente vengono applicate con un apposito collante.

Date le caratteristiche del trattamento, non reversibile, l’uso delle faccette dentali tradizionali può essere sconsigliato, per motivi puramente estetici, su denti perfettamente sani e giovani.

In questi casisi potrà far ricorso alle faccette estetiche additive o non invasive, dette anche no-prep. Molto più sottili, più o meno dello spessore di una lente a contatto, (0,3-0,5 mm) possono infatti essere applicate senza preventiva levigatura dei denti.

Nel nostro studio lo specialista valuta le condizioni del paziente e propone la tecnica più idonea al suo caso, esegue l’applicazione e segue il paziente per tutto il tempo necessario. L’assistenza, dopo qualunque pratica odontoitrica, è fondamentale per evitare che una eventuale piccola complicanza, se trascurata, si trasformi in un grosso problema.

Se vuoi prenotare una visita di controllo gratuita per valutare il tuo caso e ricevere una proposta di intervento ed un preventivo, chiamaci, siamo sempre a tua disposizione.

Le informazioni riportate in questo articolo forniscono alcune nozioni di base sull’argomento dell’odontoiatria estetica. Non possono in alcun modo sostituire la consulenza del dentista, svolta a seguito di visita di controllo e sul caso specifico.