Parodontite, una malattia molto diffusa ma al tempo stesso poco conosciuta.

La parodontite, è una malattia infettiva che si manifesta come un’infiammazione profonda delle gengive ed è causata dai batteri presenti nella placca dentale non adeguatamente rimossa.

Visita dal dentista

Si calcola che almeno dieci milioni di italiani soffrano di questa patologia, che rappresenta la sesta malattia più diffusa al mondo, ma della quale poco si parla e si sa, di conseguenza tante persone non mettono in atto buone pratiche per prevenirla o per curarla tempestivamente.

Quali sono le cause della parodontite

Oltre ai problemi legati ad una scarsa igiene orale, alcune concause possono aumentare la probabilità che la malattia si verifichi. Cattive abitudini come il fumo, problemi di salute quali le malattie sistemiche e le malocclusioni dentarie possono infatti aggravare gli effetti della componente infettiva.

Ogni dente ed ogni sua zona può esserne colpito in maniera differente, per questo è necessaria una diagnosi accurata dente per dente.
Se si interviene per tempo, quando si presenta come semplice gengivite, la malattia parodontale può essere curata e con la guarigione viene ripristinata l’integrità dei tessuti di sostegno, nel caso invece la situazione degeneri dando luogo ad una paradontite si avrà sempre dopo la guarigione una lesione irreversibile.

Purtroppo la maggior parte delle persone che ne soffrono trascurano i primi sintomi e si allarmano soltanto quando sentono i denti muoversi e spostarsi con la possibile conseguenza, se la malattia non viene trattata adeguatamente e in tempo, della la perdita dei denti.

Come prevenire la parodontite

Ecco i dieci consigli “salva denti e gengive” previsti dalle linee guida redatte dalla Società italiana di parodontologia e implantologia (Sidp) insieme alla European federation of periodontology (Efp), all’American academy of periodontology (Aap) e all’Asian pacific society of periodontology (Apsp)

  1. non fumare
  2. preferire una dieta ricca di frutta e verdura che garantisca l’assunzione di adeguate quantità di vitamina C
  3. sottoporsi ad una visita di controllo dal dentista e ad una seduta di igiene orale professionale almeno due volte all’anno
  4. chiedere allo specialista di eseguire il test Psr, che individua in solo 5 minuti chi soffre di parodontite
  5. lavare i denti almeno due volte al giorno spazzolandoli per 4 minuti
  6. preferire lo spazzolino elettrico, più efficace nel rimuovere la placca rispetto a quello manuale
  7. scegliere dentifrici delicati, appositamente studiati per denti e gengive sensibili
  8. utilizzare gli scovolini interdentali di grandezza adeguata ai propri spazi oltre al filo interdentale
  9. usare, su consiglio del dentista, un adeguato collutorio antiplacca e chiedere allo specialista quali sono le più corrette modalità di utilizzo
  10. se le gengive sanguinano, si ritraggono o sono arrossate, andare subito dal dentista per una valutazione adeguata.

Nel nostro studio operano dentisti specializzati in questo ambito particolare dell’odontoiatria che sapranno valutare lo stato di salute dei tuoi denti e, nel caso, proporti la terapia più adeguata.

Se vuoi prenotare una visita di controllo gratuita, oppure conoscere le nostre proposte per i piani di igiene orale programmata per tutta la famiglia chiamaci, saremo sempre a tua disposizione.

Le informazioni riportate in questo articolo forniscono alcune nozioni di base sull’argomento della parodontite. Non possono in alcun modo sostituire la consulenza del dentista, svolta a seguito di visita di controllo e sul caso specifico.